Il Mercato Tutelato

0
154

Sezione 1: Il Mercato Tutelato

Il Mercato Tutelato, noto anche come servizio di Maggior Tutela, è una formula di fornitura dell’energia elettrica e del gas naturale regolata da specifiche normative italiane. Questo mercato è caratterizzato da tariffe stabilite dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), che mirano a proteggere i consumatori da eccessive fluttuazioni di prezzo e a fornire un servizio garantito dallo Stato stesso, sicuro e affidabile.

Vantaggi del Mercato Tutelato

  1. Stabilità e Prevedibilità: Le tariffe nel Mercato Tutelato sono aggiornate trimestralmente da ARERA, offrendo una certa prevedibilità dei costi.
  2. Protezione dei Consumatori: Con tariffe regolate, i consumatori sono meno esposti a pratiche di mercato ingiuste.

Limitazioni del Mercato Tutelato

  1. Mancanza di Personalizzazione: Le opzioni e i piani tariffari sono standardizzati e non personalizzabili in base alle esigenze specifiche del consumatore.
  2. Meno Opzioni per Energie Rinnovabili: C’è una scelta limitata per i consumatori interessati a fonti di energia più sostenibili.

Tariffe e Modalità di Calcolo

  • Tariffe: Basate su criteri fissati da ARERA, includono vari elementi come il costo dell’energia, gli oneri di sistema e le imposte.
  • Calcolo: Il calcolo della tariffa considera il consumo effettivo, applicando le aliquote previste per le diverse fasce di consumo.

Approfondimento:
Voci di Bolletta nel Mercato Tutelato: Specifiche e Indici di Riferimento

Indici di Riferimento nel Mercato Tutelato

  • Prezzo dell’energia: si basa sul PUN (Prezzo Unico Nazionale), che è l’indice che rappresenta il prezzo medio dell’energia elettrica sul mercato all’ingrosso in Italia. Calcolato su base oraria, riflette il costo dell’energia elettrica e influenza direttamente il prezzo finale per il consumatore.
  • Prezzo del gas naturale, Cmem: Si riferisce al prezzo del gas naturale ed è basato sull’indice nazionale PSV, considerando i costi di approvvigionamento e la gestione del rischio legato alle fluttuazioni di mercato.

Tariffe Specifiche nel Mercato Tutelato

  • PCV (Prezzo di Commercializzazione e Vendita): Questa tariffa copre i costi legati alla vendita e alla commercializzazione dell’energia elettrica ed è un costo fisso mensile.
  • PPE (Prezzo di Perequazione): è un meccanismo di compensazione applicato ai costi di energia e dispacciamento, che mira a stabilire un equilibrio tra i costi sostenuti dalle imprese di distribuzione e gli importi pagati dai consumatori.

PD (Prezzo di Dispacciamento): rappresenta il costo associato al dispacciamento dell’energia elettrica, ovvero il prezzo che si paga per garantire che l’energia arrivi a casa in modo costante, a prescindere dalle variazioni nella richiesta e nella capacità produttiva. Nel mercato tutelato, il prezzo è stabilito dall’ARERA, mentre nel mercato libero può essere calcolato in modo diverso

  • Oneri di Sistema: Sono spese relative a politiche energetiche e ambientali.
  • Tasse e Imposte: Comprendono IVA e accise, applicate sull’intero importo della bolletta.
  • Altri Oneri: Possono includere spese per servizi di gestione del contatore e altre voci operative.

Leggi questo articolo, potrebbe interessarti : E’ vero che con il mercato Tutelato si Risparmia ?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here