La Fine del Mercato Tutelato

0
157

La fine del Mercato Tutelato in Italia è un cambiamento significativo nel panorama energetico. Questo processo, pianificato per portare tutti i consumatori nel Mercato Libero, implica importanti considerazioni per coloro che sono ancora in questo regime.

Transizione e Tempistiche

  • Piano di Transizione: Il governo italiano ha stabilito un piano graduale per la transizione dal Mercato Tutelato al Mercato Libero.
  • Date Chiave: È importante essere consapevoli delle date chiave di questa transizione per evitare di trovarsi senza un fornitore designato.

Impatto sui Consumatori

  • Cambio Fornitore: I consumatori dovranno scegliere un nuovo fornitore nel Mercato Libero.
  • Informazione e Supporto: Saranno disponibili risorse e campagne informative per guidare i consumatori in questo passaggio.

Prepararsi al Cambiamento

  • Valutare le Opzioni: È essenziale iniziare a esplorare le diverse offerte nel Mercato Libero.
  • Consigli su Come Scegliere: Considerare fattori come prezzo, tipo di energia (rinnovabile o meno), e qualità del servizio.

Sezione 5: Orientarsi nel Mercato Libero

La scelta del fornitore nel Mercato Libero può sembrare scoraggiante data la vastità delle opzioni disponibili. Esistono centinaia di fornitori, dai colossi come Enel Energia, Eni Plenitude e Edison, passando per grandi gruppi come Sorgenia e Illumia, operatori internazionali come E.On, Duferco, Engie o Axpo e Municipalizzate come A2A, Hera Comm, ACEA o IREN, per arrivare a una miriade di operatori locali, rivenditori web o piccole società guidate da singoli e intraprendenti imprenditori. Ognuna di queste società di vendita offre magari decine di offerte differenti. Tuttavia, ci sono strategie chiave per facilitare questa decisione.

Guida alla Scelta del Fornitore

  • Analisi del Proprio Consumo: Conoscere il proprio profilo di consumo aiuta a identificare l’offerta più adatta.
  • Confronto delle Tariffe: Utilizzare strumenti online oppure affidarsi a un consulente esperto per confrontare tariffe e condizioni dei diversi fornitori.

Fattori da Considerare

  • Prezzo e Flessibilità: Oltre al prezzo, valutare la flessibilità del contratto.
  • Sostenibilità e Innovazione: Dare peso alla sostenibilità delle fonti energetiche e all’innovazione nei servizi.

Strumenti e Risorse Utili

  • Comparatori Online: Esistono diversi siti web e app che permettono di confrontare le offerte energetiche. È importante considerare che i comparatori sono siti che appartengono a società commerciali e quindi sono liberi di suggerire soluzioni sponsorizzate o comunque in base alle proprie strategie.
  • Community online: Utilizzare forum e spazi web per discutere con altri utenti può essere utile: è molto importante però non fidarsi di qualunque cosa si legga su web, dove spesso c’è la tendenza a “improvvisarsi esperti” senza avere alcuna competenza.
  • Consulenza: Richiedere consulenze per approfondire le conoscenze sulle varie offerte può essere un’ottima idea. Esplorare con le proprie forze il Mercato Libero è un’esperienza che può diventare frustrante e, soprattutto, non portare a risultati apprezzabili facendo perdere moltissimo tempo. Affidarsi a un esperto permette di trovare la soluzione migliore e risparmiare ore e ore di navigazione. Molti professionisti offrono consulenze gratuite e si rendono disponibili a seguire i propri clienti nel tempo, garantendo un aggiornamento costante delle offerte in base all’andamento del mercato.

Conclusioni

In conclusione, la transizione dal Mercato Tutelato al Mercato Libero rappresenta una svolta significativa per i consumatori italiani. La chiave per navigare con successo in questo nuovo panorama è l’informazione. Comprendere le proprie necessità, confrontare attentamente le offerte e rimanere aggiornati sulle novità del settore sono passi fondamentali per fare scelte consapevoli e vantaggiose.

Approfodimento: Storia del Mercato Libero in Italia

Inizio della Liberalizzazione

  • Decreto Bersani del 1999: La liberalizzazione del mercato energetico in Italia fu introdotta dal governo D’Alema I con il decreto Bersani del 1999, seguendo le indicazioni della direttiva comunitaria 96/92/CE del Parlamento e del Consiglio Europeo del 1996. Questo documento prevedeva una graduale liberalizzazione delle attività lungo tutta la catena di valore (produzione, esportazione, importazione, acquisto e vendita di energia elettrica), per favorire la libera concorrenza a beneficio del consumatore​​.
  • Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (1995): Per la regolamentazione dell’intero mercato fu creata già nel 1995 l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, poi diventata ARERA, con il compito di promuovere la concorrenza e l’efficienza nei servizi di pubblica utilità, tutelando gli interessi di utenti e consumatori​​.
  • Decreto Bersani bis (2007): Ha segnato la completa liberalizzazione del mercato energetico italiano, aprendolo ai nuovi fornitori e permettendo agli utenti di scegliere liberamente l’operatore​​.

Il Processo di Transizione

  • Fine del Servizio di Maggior Tutela: Il passaggio dal Mercato Tutelato al Mercato Libero è stato soggetto a più rinvii. Il Decreto Legislativo del 22 settembre 2018, n. 91, ha posticipato il passaggio obbligatorio al mercato libero dell’energia dapprima a luglio del 2020, con ulteriori slittamenti che hanno fissato la data del 10 gennaio 2024 per gli utenti privati​​.

Tutele Graduali e Mercato di Ultima Istanza

  • Tutele Graduali: Per i clienti non vulnerabili del servizio tutelato, il passaggio al mercato libero avviene attraverso il cosiddetto Stg (Servizio a tutele graduali), un periodo-cuscinetto di 3 anni in cui le tariffe continuano ad essere fissate dall’ARERA, ma saranno anche legate al PUN (Prezzo Unico Nazionale)​​.
  • Modalità di Passaggio: Dal 1° gennaio al 31 marzo 2024 sarà applicata la tariffa trimestrale ARERA e a partire dall’1 aprile 2024 avverrà il passaggio concreto al Servizio a tutele graduali, con il fornitore di energia elettrica scelto tramite aste competitive​​.
  • Fine della Tutela del Gas: Per i clienti non vulnerabili, la tutela del gas termina il 1° gennaio 2024. I clienti possono scegliere un contratto sul mercato libero o valutare offerte con altri fornitori​​.

Il Decreto Milleproroghe

  • Regole e Criteri: Il provvedimento contenuto nel decreto “Milleproroghe” stabilisce regole, criteri e modalità per il passaggio al mercato libero dei clienti domestici non vulnerabili​​.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here